psicoterapiaindividuale

La psicoterapia individuale di tipo psicoanalitico è una forma di trattamento basata sulla parola e sulla relazione a due.

Attraverso il dialogo, l’ascolto delle emozioni, l’espressione dei desideri e delle fantasie, lo psicoterapeuta entra in contatto con lo stato di sofferenza psichica del paziente, spesso accompagnato da malessere fisico. Insieme vengono analizzati i conflitti, e si aprono nuove prospettive.

Il malessere psicologico di un individuo può manifestarsi in modo generalizzato o presentarsi con diversa intensità nei diversi contesti relazionali.

A volte si avvertono problemi ricorrenti sul lavoro, in famiglia, nelle relazioni di coppia o nell’ambito della sessualità; queste difficoltà procurano all’individuo una condizione critica, dolorosa e purtroppo ripetitiva.

Negli incontri con il terapeuta la condivisione dei pensieri aiuta ad individuare e a verbalizzare sensazioni, sentimenti, stati d’animo e affetti; permette una prospettiva più ampia e la rottura di antichi meccanismi inefficaci.

La collaborazione che si instaura fra cliente e terapeuta è un’esperienza unica, una relazione viva, intensa, basata sullo scambio, sulla fiducia e sull’umanità dell’incontro.

Il terapeuta non è detentore di verità assolute ma sostiene e accompagna il paziente in un percorso di crescita individuale.

L’obiettivo principale è migliorare la qualità della vita, dà la possibilità alla persona di diventare protagonista attiva della sua vita, migliorando comportamenti e le modalità di approccio con gli altri che prima creavano sofferenza.

La psicoterapia psicoanalitica più comunemente si svolge 1- 2 volte alla settimana.

La durata di una psicoterapia psicoanalitica non è prevedibile in quanto estremamente variabile a seconda del problema, del tipo di persona e del suo ritmo evolutivo personale. Fermo restando che il paziente può concludere il lavoro in ogni momento, il modo migliore è concordarlo con il terapeuta.